Il “peggio” dell’Italia, la replica di Brunetta

Dopo le numerose reazioni alle affermazioni fatte dal Ministro Brunetta in occasione del Convegno sull’Innovazione comparse sui media nei giorni scorsi (qui un riassunto di quanto accaduto dalle pagine di corrieredellasera.it), il Ministro Brunetta ha pubblicato la sua replica ufficiale sui suoi canali Facebook e YouTube,  che ripubblichiamo volentieri sulle pagine di questo blog per dare a tutti i lettori la possibilità di farsi un’idea dell’intera vicenda il più possibile completa. Di seguito, il testo integrale della replica comparsa su Facebook  e il video comparso su YouTube.

“I fatti, innanzitutto. Ieri pomeriggio ho partecipato al convegno “I Giovani Innovatori”, organizzato nell’ambito della Giornata nazionale dell’Innovazione presso il Complesso della Pelanda nell’ex Mattatoio a Testaccio. Al termine del mio intervento, una signora tra il pubblico ha chiesto di poter prendere la parola. L’ho quindi invitata a salire sul palco, nonostante dovessi recarmi entro pochi minuti al Quirinale per la cerimonia di conferimento del Premio Nazionale per l’Innovazione, alla presenza del presidente Napolitano. Ho però preferito lasciare la sala quando ho capito che la signora intendeva sollevare il problema dei precari nella Pubblica Amministrazione: un argomento non solo estraneo al tema del convegno ma che avrebbe richiesto bel altro tempo e ben altra attenzione. A quel punto da parte di alcuni suoi sodali sono iniziati a volare insulti (“Buffone!”, “Vai a lavorare!”) accompagnati dall’esposizione di un grande striscione di protesta, a riprova di quanto la loro azione fosse stata premeditata con cura a fini mediatici. Da qui il mio duro giudizio su lorsignori (non certo sui precari tout court), che ribadisco con forza: “Siete l’Italia peggiore”.

L’Italia peggiore è infatti quella di quanti – non avendo di meglio da fare – irrompono sistematicamente in convegni e dibattiti per interromperne i lavori, insultare i presenti e riprendere la loro bravata con una telecamerina portatile per poi passare subito il video ai giornali amici (che notoriamente pullulano di precari). L’Italia peggiore è di quanti si nascondono compiacenti dietro questi signori (come Pierluigi Bersani e Leoluca Orlando Cascio), sostenendoli in maniera strumentale pur senza conoscere argomenti e fatti. L’Italia peggiore è quella che usa la Rete come un manganello per agguati squadristici, senza aver nulla da dire. Che pena.”

Di seguito, il video comparso su Youtube:

Annunci

  1. dicksick

    Un ministro deve discutere, anche energcamente, non voltare le spalle. Altrimenti è un uomo comune. Questo determina la statura morale di un uomo politico.

  2. sei stelle

    parlate di liberta’ di espressione e di ideee poi cancellate i commenti che non rispecchiano le idee che avete ahahah bella ipocrisia….intanto ve lo ripubblico qui’ sopra perche’ mi sembra giusto che si abbia un idea unilaterale….non vi pare libertini ??

  3. Ciao 6 stelle,
    ho moderato il tuo commento precedente perché faceva di una questione di lavoro (nessuno ha mai messo in ballo maggioranze e opposizioni e alleanze politiche varie nel nostro post) una questione esclusivamente politica, con un tono tra l’altro eccessivo ai limiti dello spam. Nel tuo post parli di alleanze, alternative, e formazioni politiche. Noi parlavamo di dignità del lavoro. Che poi si sia di destra o di sinistra la cosa è secondaria.
    Massimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: